Quale è il Dosaggio Cloro per Piscine Fuori Terra?

Il dosaggio del cloro è una parte fondamentale per mantenere la piscina fuori terra pulita e igienica. Il cloro agisce come un disinfettante che uccide batteri, alghe, virus e altri contaminanti. Inoltre, impedisce la crescita di tutti questi microrganismi indesiderati, mantenendo l’acqua pulita per nuotare e divertirsi!

La quantità di cloro da aggiungere alla piscina dipende da una serie di fattori, tra cui:

  • Le dimensioni della piscina (ad esempio, 5’x30′ contro 15′ x 30′).
  • Tipo di sistema di filtrazione utilizzato nella piscina fuori terra (ad esempio, filtro a sabbia o a cartuccia).
  • Velocità di circolazione totale in galloni al minuto (GPM)
  • Quanta candeggina dosare in una piscina?

La quantità di cloro consigliata da dosare in una piscina dipende da tre fattori:

  • Le dimensioni della piscina,
  • il tipo di piscina e
  • Le condizioni dell’acqua.

Perchè aggiungere il cloro nelle piscine?

Il cloro è una sostanza chimica che uccide i batteri e altri microrganismi come alghe e virus. Inoltre, pulisce l’acqua della piscina rimuovendo sporco e detriti. Ciò contribuisce a mantenere l’acqua limpida, sicura e fresca per il nuoto.

Il cloro viene aggiunto alle piscine per:

  • uccidere i batteri (come l’E-coli) che possono essere presenti nell’acqua;
  • pulire la piscina rimuovendo lo sporco e i detriti;
  • prevenire la crescita delle alghe distruggendo tutta la materia organica presente nella piscina (comprese le foglie morte);

Quali forme di cloro si possono usare in una piscina?

Il cloro può presentarsi in diverse forme. Le più comuni sono:

  • Compresse di cloro – Si tratta di compresse compresse compresse che vengono aggiunte all’acqua della piscina quando si desidera disinfettarla e che producono cloro gassoso.
  • Cloro granulare – noto anche come ipoclorito di calcio liquido, si scioglie nell’acqua della piscina dopo essere stato aggiunto. Si usa per le piscine fuori terra di grandi dimensioni o quando ci sono molti detriti nella piscina.
  • Bastoncini di cloro – producono una forte dose di cloro gassoso subito dopo il contatto con l’acqua, ma ne rimarrà ancora un po’ dopo la fine della reazione perché questi bastoncini non sono così forti come altre forme di cloro, come le pastiglie o i granuli (ciò significa che l’effetto residuo sarà minore).
  • Cloro liquido – Questa forma proviene dalle piscine di acqua salata; è sufficiente aggiungerla alla piscina come qualsiasi altro tipo di prodotto per il trattamento chimico (ha l’aspetto della candeggina liquida). Produce perossido di idrogeno invece di ipoclorito di sodio (candeggina liquida), quindi non deve essere conservato separatamente dagli altri prodotti chimici e non può causare irritazioni se usato in modo scorretto (anche se è comunque possibile).

In conclusione, per mantenere le piscine sane e pulite si possono utilizzare varie forme di cloro. Sia che si scelga di utilizzare il cloro liquido o le pastiglie, i granuli o il trattamento d’urto, è importante seguire attentamente le istruzioni del produttore per il dosaggio della piscina. Inoltre, ricordate di controllare regolarmente il vostro filtro in modo che possa svolgere il suo lavoro in modo efficiente.

Bestseller No. 1
MARTEN Dicloro 56% granulare 5kg | Agente clorante stabilizzato per acque di piscina
  • Dicloro 56% granulare 5kg, un agente clorante stabilizzato per acque di piscina.
Bestseller No. 4
Cloro 4 azioni per piscina 5 pastiglie da 200 grammi -barattolo 1kg-Lapi Chimici
  • Prodotto in pastiglie multifunzione da 200 gr a lenta dissoluzione per il mantenimento dell’acqua di piscina
Bestseller No. 5
Dicloro 56% Cloro granulare Pulizia igiene Manutenzione Acqua Piscina kg 25
  • trattamento shock gr 200 ogni 10 metri cubi 10000 litri
PromoBestseller No. 6
PromoBestseller No. 7
Bestway Nuova Super TRIPLETE Kit Mantenimento acque Piscina, 2019!!! Dispenser + 1 kg PASTIGLIE Tripla Azione+ 50 Strisce Test 3 Funzioni Cloro, PH e Alcalinità
  • Non perdere questa super occasione per avere a portata di mano il necessario per mantenere pulita l'acqua della tua piscina e tenerla sempre sotto controllo grazie a 50 strisce 3 Funzioni Cloro, pH e Alcalinità
Bestseller No. 8
San Marco Cloro Shock granulare 10 kg dicloro 56% per Piscina
  • Dicloro granulare ad azione rapida in formato risparmio da 10 kg

Qual’è il giusto dosaggio di cloro per la piscina?

Il giusto dosaggio di cloro è la quantità di cloro necessaria per uccidere batteri, alghe, virus, muffe e acari della polvere nella piscina.

Il trattamento d’urto (o superclorazione) è un processo che permette di riportare l’acqua della piscina fuori terra a un corretto stato di alcalinità. Viene effettuato obbligatoriamente all’inizio della stagione ed è buona norma ripeterlo ogni due settimane.

Per effettuare il trattamento d’urto, è necessario aggiungere 35 ml di cloro per 10 m3 di acqua (1 mg/l). La quantità di cloro dipende dalla capacità della piscina e dalla sua superficie.

Se avete una piscina fuori terra, un clorinatore è il modo migliore per garantire che l’acqua rimanga pulita e sicura.

I clorinatori galleggianti sono uno dei metodi più diffusi nelle case con piscine fuori terra. Galleggiano sulla superficie dell’acqua, muovendosi attraverso la piscina e disperdendo il disinfettante man mano che le pastiglie di cloro al loro interno si dissolvono.

Bestseller No. 1
Ei2 EXPERT Ei 18 CLORINATORE DI SALE - PER PISCINE FINO A 70m3
  • Zodiac Ei 18 - Clorinatore di sale - per piscine fino a 70 m3
Bestseller No. 2
Intex 26670
  • Sistema di clorazione Salina Intex con pannello di controllo Digitale; cloro generato: 12 G/HR
Bestseller No. 3
Electrolisis de sal para piscinas enterradas GRE EESB55
  • Elettrolisi salina con sistema di disinfezione di facile installazione e manutenzione

Sono economici e richiedono poca manutenzione, ma se avete una copertura termica o un liner per piscina, i galleggianti potrebbero non essere la scelta giust

Esistono diversi livelli di disinfezione che si ottengono utilizzando quantità diverse di cloro.

  • Luce ultravioletta – uccide le alghe distruggendo le loro pareti cellulari con i raggi ultravioletti. Non uccide i batteri o altri contaminanti.
  • Shock di cloro – si ha quando si aggiunge una grande dose di cloro libero disponibile (FAC) all’acqua della piscina che fa sì che molti contaminanti perdano la loro capacità di riprodursi e muoiano rapidamente a causa delle reazioni di ossidazione con le clorammine libere disponibili e altri ossidanti presenti, come le bromammine che si trovano nei sistemi di trattamento dell’acqua, come le piscine di acqua salata o l’acqua di pozzo utilizzata per l’irrigazione, dove possono essere presenti livelli elevati di minerali di durezza, come i depositi di carbonato di calcio che contengono tracce di antiche barriere coralline vecchie milioni di anni!

Scopri i prodotti per la tua piscina

Bestseller No. 1
MARTEN Dicloro 56% granulare 5kg | Agente clorante stabilizzato per acque di piscina
  • Dicloro 56% granulare 5kg, un agente clorante stabilizzato per acque di piscina.
Bestseller No. 4
Cloro 4 azioni per piscina 5 pastiglie da 200 grammi -barattolo 1kg-Lapi Chimici
  • Prodotto in pastiglie multifunzione da 200 gr a lenta dissoluzione per il mantenimento dell’acqua di piscina
Bestseller No. 5
Dicloro 56% Cloro granulare Pulizia igiene Manutenzione Acqua Piscina kg 25
  • trattamento shock gr 200 ogni 10 metri cubi 10000 litri
PromoBestseller No. 6
PromoBestseller No. 7
Bestway Nuova Super TRIPLETE Kit Mantenimento acque Piscina, 2019!!! Dispenser + 1 kg PASTIGLIE Tripla Azione+ 50 Strisce Test 3 Funzioni Cloro, PH e Alcalinità
  • Non perdere questa super occasione per avere a portata di mano il necessario per mantenere pulita l'acqua della tua piscina e tenerla sempre sotto controllo grazie a 50 strisce 3 Funzioni Cloro, pH e Alcalinità
Bestseller No. 8
San Marco Cloro Shock granulare 10 kg dicloro 56% per Piscina
  • Dicloro granulare ad azione rapida in formato risparmio da 10 kg

Rabbocco della piscina

Il primo passo per il riempimento della piscina è quello di passare attraverso lo skimmer con un tubo da giardino. È importante utilizzare uno skimmer quando si rimuove l’acqua dalla piscina per evitare che foglie e altri detriti vengano risucchiati nel sistema di filtraggio insieme all’acqua. Inoltre, aggiungete i prodotti chimici secondo le necessità.

La seconda fase consiste nel controllare il livello dell’acqua, se necessario, e assicurarsi che sia almeno un centimetro al di sotto del livello desiderato, per evitare problemi di tracimazione durante questo processo. Successivamente, verificate nuovamente i livelli di pH e alcalinità! Se sono cambiati in modo significativo da prima dell’inizio del riempimento (ed è probabile che sia così), regolateli di conseguenza aggiungendo acido o base a seconda delle necessità fino a quando entrambi non rientrano nei loro intervalli normali di 7,2-7,6 unità di pH per le piscine con guscio in vetroresina e 7,4-7,6 unità di pH per le piscine con guscio in cemento (l’estremità inferiore di ciascun intervallo rappresenta condizioni acide, mentre i numeri più alti rappresentano condizioni basiche).

Sezione: Stabilizzazione

La stabilizzazione è il processo che porta i livelli di cloro a un livello sicuro dopo il trattamento d’urto.

La stabilizzazione è una parte molto importante del processo di dosaggio del cloro, soprattutto se si utilizzano riduttori di pH o bromo nella piscina. Senza stabilizzazione, si corre il rischio di aggiungere troppo cloro all’acqua (e di bruciare tutti i vinili). Tuttavia, se non si stabilizza correttamente, possono volerci settimane prima che la piscina torni a schiarirsi senza che si verifichi un sovraccarico (che potrebbe peggiorare la situazione).

Sezione: Test dell’acqua

Come si fa a sapere se la piscina è sicura?

I test dell’acqua della piscina sono una componente fondamentale per mantenere una piscina sana. L’aspetto più importante dei test dell’acqua è avere un’idea di cosa c’è nell’acqua e della frequenza con cui è necessario analizzarla. È inoltre importante che i consumatori comprendano che esistono diversi tipi di test: alcuni misurano elementi come il pH, l’alcalinità, i solidi totali disciolti (TDS) e i livelli di cloro, mentre altri possono aiutare a determinare la presenza di batteri o virus potenzialmente dannosi nella piscina.

Dosaggio del cloro per le piscine: Quando devo aggiungere più cloro?

Se state cercando un modo per ridurre la quantità di cloro necessaria per il trattamento dell’acqua della vostra piscina, ecco alcuni suggerimenti sulla quantità di cloro da aggiungere:

Manutenzione settimanale

  • Mantenere l’equilibrio dell’acqua della piscina.
  • Pulire il filtro.
  • Pulire la piscina.
  • Controllare il clorinatore per assicurarsi che funzioni correttamente e che non ci siano perdite. Se si dispone di un impianto ad acqua salata, controllare che non vi siano problemi alla cella di salamoia e ai componenti elettrici dell’impianto.
  • Rimuovere foglie e detriti dai cestelli dello schiumatoio e dalle linee di ritorno; se necessario, pulirli con una rete o una spazzola per schiumatoi.
  • Controllate che tutti i tubi non siano danneggiati o incrinati e sostituiteli se necessario (è comunque un buon momento per sostituire i tubi vecchi). Controllate anche i raccordi su tutte le parti del sistema: non volete che qualcosa perda dove non dovrebbe!

Ora che avete una conoscenza di base di come controllare i livelli di cloro, è il momento di scoprire come dosare la vostra piscina.

  • Quanto spesso devo aggiungere cloro?

La quantità di cloro necessaria per la vostra piscina dipende da molti fattori, tra cui il livello iniziale di solidi disciolti e se l’acqua viene trattata o meno con altri prodotti chimici (come bromo o acido).

  • Quale quantità devo usare?

Quando si effettua il dosaggio, ricordate che una quantità troppo bassa è dannosa quanto una quantità eccessiva. I livelli di cloro devono essere sempre mantenuti tra 1 e 3 ppm (parti per milione). Se si utilizzano prodotti a base di cloro liquido come il tricloro-s-triazinetrione (TTC), utilizzare un misurino o un contagocce per aggiungere una goccia per gallone ogni volta che si misura il totale dei solidi disciolti (TDS) dell’acqua. Se si utilizzano pastiglie o bastoncini contenenti dicloroisocianurato di sodio o dicloroisocianurato di potassio, seguire le istruzioni riportate sulla confezione di tali prodotti; esse indicano quanti milligrammi sono contenuti in ogni pastiglia/ bastoncino, in modo da poter determinare quanti milligrammi devono essere immessi nella piscina al giorno.

Bestseller No. 1
BSI - Kit per testare l'acqua della Piscina
  • Bottiglie test ph cl per la determinazione del pH e il contenuto di cloro
PromoBestseller No. 2
Bestway 58142 Strisce Test 3 Funzioni: Cloro, Ph E Alcalinità - 50 Pezzi
  • La soluzione ideale per il test di base dell'acqua di piscine e spa
Bestseller No. 3
Bearbro Test dell'Acqua Strisce Test, 8 in 1 Strisce Acqua Piscina, 100 Pezzi Piscina Test Strisce PH,StrisceTest per Acqua Piscina,PH,Alcali Totali,per Piscina e Terme
  • 【Funzione 8 in 1】 Strisce reattive Bearbro utilizzate per i test di qualità dell'acqua. Ci sono molti componenti di prova e 8 componenti possono essere testati: cloro totale; cloro / bromo residuo; Valore del ph; alcalinità totale; durezza del liquido; nitrato; nitrito.